“USA contro Russia e Cina: dall’Ucraina a Taiwan, rischi di guerra”

Lucio CaraccioloDirettore, Limes

Lucio Caracciolo è direttore e fondatore di Limes – Rivista Italiana di Geopolitica.
È Professore di Studi Strategici presso l’Università LUISS Guido Carli.
Collabora a vari giornali e riviste straniere con articoli di taglio geopolitico.
È editorialista per la politica internazionale di L’Espresso e la Repubblica. Di quest’ultima è stato corrispondente parlamentare e a capo del servizio politico.
È stato Direttore di MicroMega ed ha co-diretto Limes-Revue Française de Géopolitique e Heartland – Eurasian Review of Geopolitics. Collabora a vari giornali e riviste straniere con articoli di taglio geopolitico.
Ha tenuto conferenze presso alcuni fra i più prestigiosi istituti di strategia
Ha collaborato con le Università di Mannheim e Berlino.
Laureato in Filosofia all’Università di Roma, è giornalista professionista dal 1977.
Tra le sue pubblicazioni: “L’Europa è finita?” (con Enrico Letta), “Senza la guerra” (con Massimo Cacciari), “America vs America: Perché gli Stati Uniti sono in guerra contro se stessi” e “Storia contemporanea. Dal mondo europeo al mondo senza centro” (con Adriano Roccucci).

Programma

12:00 – 12:30 Intervento di Lucio Caracciolo

12:30 – 13:00 Dibattito

Maggio 28, 2021 12:00
Categoria:

Descrizione

In questo secondo approfondimento del 2021, il Prof. Caracciolo, a partire dalla politica estera di Biden e dai recenti avvenimenti che hanno caratterizzato alcune strategiche regioni dell’Asia, ci offrirà una panoramica sull’instabilità geopolitica tra Cina e Taiwan da una parte e tra Russia e Ucraina dall’altra, sui potenziali rischi di un possibile conflitto che vede il coinvolgimento dei grandi attori globali e su quali potrebbero essere le conseguenze per l’Italia. In particolare, si soffermerà su:

  • la nuova politica estera di Biden e gli attacchi a Cina e Russia
  • “Cina unica”: le intimidazioni di Pechino con Taiwan e il rischio di un conflitto militare
  • la crisi del Mar Nero e la riaccensione delle tensioni tra Russia e Ucraina.