“Difesa e sicurezza dell’Italia: strategie di sistema”

Elisabetta Belloni – Segretario Generale, Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale

Nell’aprile 2016 viene nominata Segretaria Generale del Ministero degli Affari Esteri. Nel febbraio 2014 è stata promossa ambasciatrice di grado e dal giugno 2015 ha ricoperto la carica di Capo di Gabinetto del Ministro degli Esteri Paolo Gentiloni. Dal novembre 2004 al giugno 2008 ha diretto l’Unità di Crisi del Ministero degli Affari Esteri, è stata quindi direttrice generale della cooperazione allo sviluppo del Ministero degli Affari Esteri dal 2008 al 2013. Ha ricoperto incarichi nelle ambasciate italiane e nelle rappresentanze permanenti a Vienna e a Bratislava, oltre che presso le direzioni generali del Ministero degli Affari Esteri.

Monica Maggioni – Giornalista, conduttrice, autrice, già Amministratore Delegato, RAI Com

È conduttrice, autrice e giornalista. Nel giugno 2020 viene assegnata alle dirette dipendenze del Direttore di Rai Uno con l’incarico di conduttrice, ideatrice ed autrice di testi espositivi per l’impostazione, preparazione e realizzazione di nuovi programmi televisivi di approfondimento e di attualità informativa. E’ stata inviata speciale, scrittrice, documentarista, direttore di telegiornale e Presidente Rai. Si occupa di politica USA. Dopo l’11 settembre 2001 lavora sulle reazioni mediorientali all’attentato alle Torri Gemelle e viaggia tra territori palestinesi e il Libano. Nel 2003, nella Guerra in Iraq è l’unica giornalista italiana al seguito dell’esercito statunitense. Dal 2008 negli USA, segue la campagna elettorale di Barack Obama e racconta i mesi della crisi economica. Dal 2009 al 2013 è caporedattore centrale degli Speciali del Tg1. E’ componente del CdA dell’European Council on Foreign Relations Dal febbraio 2019 al maggio 2020 è stata Amministratore Delegato di Rai Com. E’ docente di Storia dei Conflitti contemporanei, Facoltà di Scienze Politiche, Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano.

Alessandro Politi – Direttore, Nato Defense College Foundation

Analista politico e strategico con 30 anni di esperienza, è attualmente Direttore del NATO Defence College Foundation. Insegna geopolitica e intelligence alla SIOI. Insegna anche gestione dei conflitti, crisi, pacificazione e analisi in diversi centri governativi. É stato consigliere politico di due comandanti della KFOR. È stato ricercatore senior presso il CeMiSS per il MoD italiano e responsabile del monitoraggio strategico dell’America Latina. Ha inoltre ideato e guidato il progetto Global Outlook all’interno del CeMiSS, pubblicato in italiano e inglese nel 2015. Ha contribuito al Libro bianco della Difesa italiana. È stato consigliere in Italia e all’estero di quattro Ministri della Difesa (tra cui l’attuale Presidente della Repubblica Italiana), Direttore Nazionale degli Armamenti, Coordinatore dell’Intelligence, Presidente dell’Oversight Intelligence Committee, Capo della delegazione all’Assemblea parlamentare della NATO. Ha pubblicato come autore o coautore 39 libri su questioni strategiche e di sicurezza. Il suo libro più recente è il volume NDCF Shaping Security Horizons – Strategic Trends 2012-2019, un’analisi predittiva globale adattata alle esigenze dei decisori.

Enzo Vecciarelli – Capo di Stato Maggiore della Difesa

Nel 2016 ha assunto l’incarico di Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica. Dal 2007 al 2010 il Gen.S.A. Vecciarelli è stato Addetto per la Difesa e l’Aeronautica presso l’Ambasciata d’Italia a Berlino con accreditamento secondario per l’Olanda e la Danimarca.
Nel 2003 ha comandato il primo contingente aeronautico in Iraq presso la Base Aerea di Tallil (Nassiriya). Successivamente, il Generale Vecciarelli ha svolto l’incarico di Vice Capo del III Reparto – Politica degli Armamenti – presso il Segretariato Generale della Difesa ed impiegato, al contempo, quale Rappresentante Nazionale presso i più importanti organismi europei quali l’EDA (European Defence Agency).
Dal 1993 al 1999 è stato impiegato presso il I Reparto dello Stato Maggiore Aeronautica, prima quale Capo Sezione Impiego Personale Dirigente e poi quale Capo Ufficio Ordinamento.

Salvatore Carrino – Senior Vice President ICT Global Cyber Security, ENI

Salvatore Carrino è Senior Vice President di ICT Global Cyber ​​Security di Eni. Dopo molti anni alla guida dell’ICT infrastructure & operations di Eni, dalla metà degli anni 2000 ha la responsabilità di guidarne le applicazioni, le operazioni ed i servizi per la sicurezza informatica a livello globale, sviluppando la governance per la cybersecurity e la sicurezza delle infrasrutture.

Paolo Salvato – SVP Strategy & New Initiatives, Leonardo

Dal 2018 è SVP Strategy & New Initiatives presso Leonardo. Dal 2009 ha svolto varie cariche di rilievo presso Thales nell’ambito della difesa e della cybersecurity, svolgendo il suo ruolo prima come CEO e Country Director di Thales in Italia per poi trasferirsi alla sede di Parigi. Ha svolto ruoli anche presso Finmeccanica e Booz Allen Hamilton nell’ambito delle telecomunicazioni, della sicurezza, della difesa, dello spazio, dei trasporti, dell’ATM e della sicurezza informatica.

– Chief Strategy and Market Intelligence Officer, Leonardo

Dopo una carriera di funzionario di polizia, Savio fu assunto al Dis come capo di gabinetto nel 2008 quando era direttore Gianni De Gennaro. E ha continuato a fare carriera al dipartimento anche quando al Dis arrivò Giampiero Massolo, oggi presidente di Fincantieri. A partire dal 2009, al Dis Savio ha seguito da vicino i lavori di ristrutturazione dell’immobile di piazza Dante a Roma, individuato l’anno precedente come la nuova sede unica dei servizi segreti.

Bruno Valensise – Vicedirettore Vicario, Dipartimento delle informazioni per la sicurezza, Presidenza del Consiglio dei Ministri

Ricopre il ruolo di Vicedirettore Vicario del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza (Dis), a seguito del suo predecessore Enrico Savio. La nomina recente di Valensise è significativa perché avvenuta all’interno della struttura e non legata a cordate politiche, una scelta legata al merito che rafforza il vertice del Dipartimento. É stato Direttore dell’ufficio centrale per la segretezza del Dis da cui dipendono i Nos, Nulla Osta Sicurezza, e in precedenza aveva diretto la Scuola di formazione dell’intelligence.

Programma:

 

10.00 – 11.20   Strategie internazionali attuali e future

 

Amb. Elisabetta Belloni, Segretario Generale, Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale

Gen. Enzo Vecciarelli, Capo di Stato Maggiore della Difesa

Alessandro Politi, Direttore, Nato Defense College Foundation

 

Dibattito

 

11.20 – 12.45   Strategie nazionali e nuovi approcci: l’importanza di una strategia di sistema

 

Salvatore Carrino, Senior Vice President ICT Global Cyber Security, ENI

Paolo Salvato, SVP Strategy & New Initiatives, Leonardo

Bruno Valensise, Vicedirettore generale, Dipartimento delle Informazioni per la sicurezza, Presidenza del Consiglio dei Ministri

Monica Maggioni, Giornalista, conduttrice, autrice, già Amministratore Delegato, RAI Com

 

 

Dibattito

 

Febbraio 12, 2021 10:00
Categoria:

Descrizione

Questo webinar live, organizzato in collaborazione con il Centro Alti Studi per la Difesa, ha l’obiettivo di raccogliere alcune riflessioni sulle strategie che l’Italia dovrebbe adottare in materia di sicurezza e difesa.
In particolare, due panel di esperti condivideranno la propria visione sullo scenario sia internazionale che nazionale. Nella prima parte, esperti di geopolitica e personalità provenienti dal settore della difesa e della cooperazione internazionale si concentreranno sulle strategie di sicurezza attuali e future dell’Italia all’interno del contesto globale; nella seconda parte, verranno condivise alcune testimonianze da parte di aziende che operano a livello internazionale (anche in luoghi geografici di conflitto) su come si possa sviluppare un’efficace strategia di sicurezza a livello pratico. In particolare, verranno affrontate le seguenti tematiche:

  • quali strategie dovrebbe adottare l’Italia per rendere il Paese più sicuro
  • come migliorare le strategie di sicurezza e difesa del Paese all’interno dell’attuale panorama internazionale
  • nuovi approcci strategici di sicurezza e difesa
  • oltre la difesa militare: cybersecurity e protezione delle infrastrutture.