“La risposta dell’Europa alla crisi dell’Euro”

Klaus ReglingChief Executive Officer, European Financial Stability Facility (EFSF), Luxembourg

European Financial Stability Facility (EFSF), Luxembourg Chief Executive Officer, Chief Executive Officer dello European Financial Stability Facility (EFSF) con sede in Lussemburgo. Ha lavorato per 35 anni come economista in posizioni senior nel settore pubblico e privato in Europa, Asia e negli Stati Uniti, compreso un decennio con il Fondo Monetario Internazionale a Washington e Jakarta e un decennio con il Ministero delle Finanze tedesco dove ha preparato l’Unione Economica e Monetaria in Europa. Dal 2001 al 2008 è stato Direttore Generale per gli Affari Economici e Finanziari della Commissione Europea.

Giugno 10, 2013 15:00
Categoria:

Descrizione

Vediamo notevoli progressi nella soluzione della crisi.
La risposta dell’Europa alla crisi del debito dell’area euro ha tenuto conto delle misure adottate a livello nazionale e comunitario.
Innanzitutto il significativo consolidamento fiscale e le riforme strutturali; non di meno, la legislazione volta a migliorare la governance economica e fiscale, rafforzare il sistema bancario e la creazione di meccanismi finanziari (EFSF e ESM).
Le statistiche indicano che questa strategia sta funzionando: ad esempio, il costo unitario del lavoro e il saldo dei conti correnti nei paesi periferici dell’area dell’euro sono migliorati in modo significativo.
Il costante calo dei rendimenti dei titoli di Stato a lungo termine di questi paesi mostra che i mercati finanziari hanno assunto una visione positiva delle prospettive dell’euro.
Tra le misure comunitarie e nazionali ci sono anche azioni volte a stimolare la crescita economica e l’occupazione.
Un elemento cruciale della strategia dell’UE è la creazione di un’unione bancaria, che inizierà con un unico meccanismo di controllo (SSM) e sarà seguita da un regime di risoluzione nel settore bancario e una armonizzazione dei fondi di garanzia dei depositi.
Una sessione on-line ricca di spunti, che si concluderà con un dibattito on-line con i partecipanti.