“Stato e prospettive dell’efficienza energetica in Italia”

Alessandro Costa – Membro del Comitato Studi del World Energy Council; già Direttore, Enel Foundation

Membro del Comitato Studi del World Energy Council; già Direttore, Enel Foundation È Membro del Comitato Studi del World Energy Council ed è già Direttore della Fondazione Enel. Da ottobre 2011 a tutt’oggi, ha progettato ed avviato la Fondazione Centro Studi Enel, di cui ha diretto fino ad inizio 2015 le attività. Nel 2010 e nel 2011, a Pechino, in qualità di Condirettore europeo, ha attivato e gestito lo Europe-China Clean Energy Centre – EC2, un centro di cooperazione per il trasferimento tecnologico, l’assistenza allo sviluppo di politiche, la formazione istituzionale e la divulgazione sui temi dell’energia pulita. EC2 è promosso congiuntamente dalla Commissione Europea e dalla National Energy Administration cinese. Dal 2004 al 2010 ha lavorato in Cina come supervisore progettuale ed esperto presso il Programma Sino-Italiano di cooperazione (SICP) per la Protezione dell’Ambiente (www.sinoitaenvironment.org), promosso congiuntamente dal Ministero italiano dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare e dal Ministero cinese per la Protezione Ambientale. Presso il SICP, è stato responsabile per le seguenti aree di cooperazione: sviluppo urbano sostenibile, politiche e studi energetici, formazione istituzionale e relazioni con le università ed i centri di studio. Tra il 1999 e il 2004, ha lavorato come ricercatore in materia dello sviluppo urbano sostenibile e di scienze regionali presso la sede di Venezia della Fondazione Eni Enrico Mattei Nato a Venezia nel 1970, ha conseguito un dottorato di ricerca in Scienze Ambientali presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia.

Maggio 11, 2015 12:00
Categoria:

Descrizione

Sempre maggiore è l’importanza che viene attribuita all’ottimizzazione dell’uso dell’energia in termini di contributo alla soluzione del “trilemma energetico”: sicurezza dell’approvvigionamento, competitività dei prezzi, sostenibilità ambientale dei processi. Questa sessione on-line è dedicata all’analisi dello stato attuale e delle prospettive di sviluppo dell’economia dell’efficienza energetica sul sistema nazionale. L’analisi prevede tre parti: nella prima, viene descritto uno scenario di progressiva penetrazione dell’economia dell’efficienza energetica nazionale tra oggi e il 2020. Gli effetti teorici di tale simulazione su alcuni macro-indicatori economici ed ambientali – ad esempio, l’impatto sul PIL, sull’occupazione, l’abbattimento delle emissioni climalteranti – fanno emergere una prospettiva di sensibile beneficio per il sistema-paese. Ma la capacità del sistema di intercettare le potenzialità dello sviluppo del settore dell’efficienza energetica è limitata da una serie di barriere, afferenti prevalentemente a dinamiche di natura culturale, economica o di carattere regolamentare. L’intervento di tali fattori genera il “paradosso dell’efficienza energetica”: l’eccessiva (e, per certi versi, inattesa) difficoltà di cogliere i vantaggi dati dall’ottimizzazione della relativa filiera economica, anche quando questi risultino distribuiti su tutti i soggetti coinvolti. All’analisi delle barriere e dei loro effetti è dedicata la seconda parte della sessione on-line. Nella terza parte, infine, vengono presentati alcuni spunti per il superamento di tali barriere.